Posted on 2 commenti

Il Re della pizza: il Pomodoro

Dopo aver parlato della regina indiscussa della pizza in questo precedente articolo, oggi andremo a conoscere meglio il re del piatto più conosciuto al mondo.

Signore e Signori… Il Pomodoro!!!

https://lh3.googleusercontent.com/yYgrRpTyV9JJGruCiMk1OX9317FZpWHX6G7aAUKoGIFE_1RKIiEtWVW1-iSONgJlmPTD9bKtgrE2wwu-O2emaoTlVwxgqpqVF0XC0dNJusbKH2TtfHcek8H5H3_jCxZUBokIye59jKE1LmmdeQ

Nativo del Perù e nato come pianta infestante fra le piante di mais, venne inizialmente chiamato tomatl dagli Aztechi.

In Europa giunse attorno al 1540 grazie alle navi dei conquistatori spagnoli al seguito di Hernàn Cortés di ritorno dalle americhe.

Si presumeva, inizialmente, che il pomodoro avesse proprietà afrodisiache e per questo motivo, i francesi, originariamente lo definivano pomme d’amour, “pomo d’amore” e gli inglesi apples of love (“mele d’amore”).

In Italia arrivò attorno al 1570 e venne denominato mala aurea, poi tradotto letteralmente in italiano come “pomo d’oro” dal suo caratteristico colore giallo oro. Il viraggio dal colore giallo al rosso si ebbe tra il ‘600 ed il ‘700: venne selezionata nel tempo e divenne prevalente.

Inizialmente si pensò che fosse una pianta velenosa in quanto alcune persone provarono a mangiarne le foglie con esiti purtroppo negativi. A causa di quanto accaduto, la pianta del pomodoro, venne adottata semplicemente come pianta decorativa e dovettero passare quasi 50 anni prima di ritrovarne un impiego gastronomico.

Fu solo dalla fine del Settecento che la coltivazione a scopo alimentare del pomodoro conobbe un forte impulso interessando anche il mondo nascente della pizza.

Anche se la tradizione vorrebbe l’utilizzo di pelati da spezzettare a mano sul disco di pasta, le aziende produttrici hanno adottato all’unanimità la polpa di pomodoro come prodotto perfetto per il condimento della pizza.

Per More pizza ho deciso di collaborare con una delle 2 aziende italiane con la qualità di polpa più elevata.

GRECI INDUSTRIA ALIMENTARE

Prima di sceglierci, ci siamo incontrati presso il loro stabilimento nella periferia di Parma dove sono stato invitato a scoprire tutti i processi produttivi di quello che successivamente sarebbe divenuto la base di partenza di ogni pizza che sforno per te.

Durante la mia permanenza presso l’azienda ho potuto pensare ai loro ideali e all’accuratezza con cui trattano i prodotti.

Il risultato a cui sono giunto è che la filosofia che spinge More pizza e la loro azienda è la stessa:

QUALITA’ e FRESCHEZZA!!!

Tutto questo loro lo hanno riassunto in uno slogan fantastico…

Per farti conoscere meglio questa azienda mi sono trasformato in giornalista ed ho intervistato per te il responsabile vendite del triveneto, Lambiase Federico che mi ha detto:

L’azienda Greci è nata con la trasformazione del pomodoro dal 1923.

La sede produttiva si trova a Parma, nel cuore di quella che nel mondo è conosciuta come Food Valley, un territorio con una lunga tradizione e vocazione agroalimentare. Proprio qui ogni anno, nel mese di febbraio, i nostri agronomi redigono con gli agricoltori i programmi delle prossime coltivazioni: si identificano i terreni, si scelgono per la semina le varietà più polpose e ricche di sapore. E’ in queste zone che le caratteristiche del suolo argilloso e del clima umido enfatizzano gli aspetti qualitativi della materia prima.

Rispettiamo la natura, i suoi ritmi e le sue stagioni, per questo iniziamo la raccolta dei nostri pomodori solamente quando hanno raggiunto il giusto grado di maturazione.

La nostra è una storia di persone che con passione ed entusiasmo accompagnano i pomodori dal campo alla tavola lungo tutta la filiera produttiva. Un’esperienza che unisce i più giovani ai veterani.

Tutti protagonisti, organizzati per ricevere e trasformare i raccolti 24 ore su 24 determinati a raggiungere ogni anno uno stesso obiettivo: l’alta qualità delle Polpe.

La qualità è da sempre il nostro punto di forza, lavoriamo il nostro pomodoro entro 12 ore dalla raccolta in campo.

Al termine della chiacchierata ho chiesto quale sia il particolare che identifica e contraddistingue una polpa di pomodoro di qualità rispetto ad una polpa scadente.

La risposta è stata più semplice di quanto mi aspettassi…

<<Vede Sig. Zagolin, – ha continuato il Sig. Lambiase,- la particolarità non esiste in realtà. L’importante è che sull’etichetta del prodotto che lei acquisterà, tra l’elenco ingredienti, ci sia scritto solamente:

POMODORO

Ora, detto questo, ti invito a controllare l’etichetta di ciò che acquisti al supermercato al fine di comprare prodotti di qualità.

D’altro canto mi chiedo come mai alcuni produttori aggiungano altri ingredienti che nulla hanno a che vedere con una polpa di pomodoro…

Ragionando, posso dirti che la motivazione a cui sono arrivato è puramente economica: cercano di risparmiare sulle materie prime o su materiali di consumo non capendo che, così facendo, rovinano il loro prodotto finito, la loro immagine e danno da mangiare un prodotto scadente ai propri clienti.

Ora che ti ho fatto un po’ il quadro della situazione ti sarai di certo fatto una tua idea.

Tu che sei un mio cliente o che magari lo diventerai devi conoscere i prodotti che utilizziamo da More pizza per preparare il miglior prodotto possibile per i tuoi gusti ed il tuo benessere.

Per questo motivo ti faccio vedere (nell’immagine) l’etichetta della polpa di pomodoro che utilizzo in pizzeria.

Una curiosità finale a cui puoi prestare molta attenzione!!

Quando acquisti il pomodoro fai molta attenzione alla data di scadenza

Se vuoi essere sicuro della qualità dell’azienda produttrice, la scadenza sarà nei mesi estivi.

E’ questo infatti il periodo migliore in cui lavorare i pomodori più freschi, appena raccolti.

Se la data di scadenza fosse nei mesi invernali, ad esempio, vorrebbe dire che il pomodoro proviene da serre in cui non si potrà mai trovare la qualità ed il gusto di un prodotto appena raccolto dal campo!!

Per chiudere questo articolo ti invito a dire la tua riguardo gli argomenti trattati.

Lascia un commento, sarò felice di risponderti!!!

P.S. Share the knowledge è uno dei concetti chiave su cui poggia le proprie basi More pizza quindi, combatti la disinformazione e condividi questo articolo!!

Ci vediamo martedì prossimo!!


2 thoughts on “Il Re della pizza: il Pomodoro

  1. Mi è piaciuto molto ,ti seguirò Da ora in poi ,#WMOREPIZZA#

  2. Bellissimo,molto interessante e illuminante,ma come ti vengono!!!

Lascia un commento